Emblema dell’archeologia industriale di Roma e oggetto negli ultimi anni di varie ipotesi di riqualificazione e di riutilizzo. È situato nei pressi della via Ostiense, laddove il Tevere forma una lunga ansa, in un tratto che fin dall’antichità è sempre stato approdo fondamentale di merci e materiali per l’Urbe e che ha ospitato anche un’importante area agricola.
I primi del ‘900 si identificano con lo sviluppo di una politica industriale per il quartiere Ostiense. Vennero creati il Porto Fluviale con gli annessi Magazzini Generali, lo stabilimento del Gas (oggi Italgas) con il Gazometro, la Centrale Termoelettrica Montemartini, i Mercati Generali, il Consorzio Agrario.
Il Gazometro entra in funzione nei primi mesi del 1937. 

foto realizzata con una vecchia folding Moskva 6x9 anni '30 con pellicola Kodak Tx 400 ASA sviluppata in AGFA Atomal

Back to Top